Login
Registrati
facebook
Google+

Lingua madre

Arturo Ghinelli

“Do legui is mei che uan”. Quanto dovranno aspettare questi ragazzi, anche quelli nati in Italia, per poter studiare e formarsi in un ambiente non monolingue?

Anton nella presentazione che ha scritto, da condividere con i compagni del gruppo di L2, dice di sè: “Ho 15 anni, sono moldavo, sono in Italia da sei mesi. Faccio la scuola Cavour in 2A. Parlo moldavo, russo e l’italiano, studio inglese e francese. Abito a Modena”.

Perché un orto a scuola?

Le insegnanti della scuola dell’Infanzia G. Rodari hanno scelto di aderire al progetto “Orto in condotta
(L’iniziativa è promossa da Slow Food) a partire dal 2008, cogliendo la possibilità di “investire” di una maggiore intenzionalità educativa, una parte dello spazio verde esterno alla scuola che, pur essendo molto ampio, non veniva utilizzato in tutta la sua potenzialità.
L’orto si è infatti dimostrato una straordinaria “porta aperta” sul mondo della natura capace di avvicinare il bambino sollecitandone la curiosità ed educandone i sensi, offrendo la possibilità di mettere “le mani in pasta”, di fare davvero esperienza diretta in un contesto che muta ogni giorno.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

“Il veterinario, il dottore, gli animali e la famiglia”

Scuola dell’Infanzia statale “G. Rodari”, Fossano (CN).

Il percorso educativo-didattico qui presentato, è narrato attraverso l’utilizzo di una documentazione ri-costruita con i bambini attraverso fotografie, disegni, cartelloni, frasi significative e nodi concettuali messi in evidenza dall’insegnante.

L’esperienza ha coinvolto un gruppo di 17 bambini, di cui n.11 di quattro anni e n.6 di cinque anni, che si è denominato:“Il veterinario, il dottore, gli animali e la famiglia “ sulla base dei giochi e degli interessi che li hanno accomunati. Il percorso che è scaturito dal gioco del far finta dei bambini, ha impegnato i bambini e l’insegnante per un periodo esteso (da gennaio a giugno) con tempi “slow” in cui si intrecciavano esperienze di gioco e di ricerca generando nuovi saperi e crescita relazionale nel gruppo e nei singoli.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Progetto “Piccoli saggi – filosofiacoibambini”

Circolo didattico S.Orso di Fano(PU) a.s. 2014/2015

Laboratori di filosofiacoibambini e formazione per insegnanti

I soggetti coinvolti sono stati più di 500 alunni delle 20 classi sperimentatrici che hanno aderito al progetto con relativi docenti ( compresi due gruppi di bambini di 5 anni della scuola dell’infanzia) . Sono stati coinvolti anche i genitori e altri docenti che pur non partecipando alla sperimentazione con le loro classi, hanno svolto la formazione teorica. Il progetto è stato guidato dalla figura dell’esperto Carlo Maria Cirino, ideatore del metodo. La documentazione del percorso è stata curata dall’insegnante Francesca Saltarelli.