Login
Registrati
[aps-social id="1"]

ETN 2017 – Barcellona e la Costa Brava

Finalità del Convegno è di portare un contributo di alto valore scientifico in campo formativo ed educativo e, al contempo, di tessere una rete sempre più ampia e significativa di soggetti e Istituzioni impegnate in questo ambito.
In questo senso i poster presentati nella sezione “Storie” sono un segnale di presenza attiva e partecipe dai diversi territori.

Educazione Terra Natura 2018

Free University of Bolzano-Bozen Faculty of Education Via Ratisbona 16, Regensburgerallee 16, Italy – 39100, Bressanone-Brixen 29/30 nov. – 1 dic. 2018 Programma Da giovedì 29/11 a sabato 01/12/2018 Concorso racconti brevi La Facoltà di Scienze della Formazione, Libera Università di Bolzano, nell’ambito del 3° Convegno Internazionale Educazione Terra Natura,

Educazione Terra Natura Io abito qui – Io abito il mondo

Free University of Bolzano-Bozen Faculty of Education Via Ratisbona 16, Regensburgerallee 16, Italy – 39100, Bressanone-Brixen 29/30 nov. – 1 dic. 2018 Programma    GIOVEDÌ 29.11.2018 . Sessione plenaria (Aula Magna) 13:00 Accoglienza 14:00 Saluti delle Autorità Introduzione del convegno e chair: Liliana Dozza (unibz) Education in times of change

Educazione, terra, natura 2018 – programma provvisorio

GIOVEDÌ, 29.11.2018 Sessione plenaria (Aula Magna) 13:00 Accoglienza 14:00 Saluti delle Autorità Introduzione del convegno di Liliana Dozza (unibz) Panel di confronto internazionale Chair: Liliana Dozza (unibz) L‘essere umano e l’essere del Pianeta nella prospettiva di una Pedagogia esperienziale Isabella Loiodice Università degli Studi di Foggia (Italy) Education in times

Educazione, terra, natura 2017

Io corpo, Io racconto, Io emozione

2° Convegno Internazionale

Facoltà di Scienze della Formazione, Bressanone – 30 novembre, 1 e 2 dicembre 2017

Il convegno internazionale Educazione Terra Natura porta a sistema il lavoro avviato con il convegno del 1, 2 e 3 dicembre 2016 e quello realizzato nel seminario del 20 ottobre 2017 con i gruppi di lavoro interdisciplinare.

Per un’ infanzia quattro volte A: Autentica, Autonoma, Ambiente, Avventura.

Franco Frabboni 4.2 Bambini Autonomi Il Progetto/tre-sei di Loris Malaguzzi pone alla seconda rotonda l’infanzia targata Autonomia. (….) Parliamo di bambini seri, concentrati e protesi con tutte le loro forze a ingrandire – da soli – gli orizzonti alfabetici e lunari. E’ un’infanzia che ha una irresistibile voglia di osservare il

Forest Hymn for Little Girls

Metamorfosi nella foresta attraverso quattro stagioni. Sara Bonaventura Il documentario Forest Hymn for Little Girls sarà una celebrazione della natura dei bambini e abbraccerà questa sfida con uno struttura filmica ed uno stile artistico e sperimentale, con uno sguardo intimo sul gioco spontaneo dei bambini, lasciati liberi in una natura

Da un altro punto di vista. Una scuola primaria tra didattica interdisciplinare e spazi esterni

Chiara Franzil e Bianca Martinelli

Scuola Primaria Statale “Duca degli Abruzzi” (Milano) Classe 2°B – A.S. 2014/2015

Per restituire la natura ai bambini, partendo dall’educazione, forse non serve essere in un bosco, né stare fuori per l’intero arco della giornata. Forse basta avere la capacità di immaginare una scuola – anche primaria e statale – in grado di ripensare autenticamente il proprio intreccio contestuale di spazi, tempi, modi e relazioni e di trovare nel fuori uno specchio per ridefinirsi. Forse, basta riconcettualizare l’esterno come interlocutore vitale con cui dare forma all’apprendimento, al gioco, all’interazione, offrendo ai bambini la possibilità di abitare gli spazi aperti con ogni tempo e in ogni stagione, senza però fermarsi al semplice atto di uscire che, per quanto primario, non può bastare ingenuamente a se stesso se ripropone nel suo dipanarsi le stesse dinamiche alle quali reagisce.

Naturalizziamoci

Rosaria De Lillo

Quando si parte con un progetto come “naturalizziamoci” che ha coinvolto insegnanti e bambini, genitori ed esperti, enti , aziende e industrie per più di tre anni è necessario avere una ricognizione piuttosto precisa delle ricchezze umane , naturali e strutturali che si hanno a disposizione.

Partiamo dalle ricchezze umane: LA POPOLAZIONE, LE INSEGNANTI, I RAPPRESENTANTI DELLE ISTITUZIONI