Login
Registrati
facebook
Google+

La sfida oltre lo zero-sei: lo zero-dodici e l’apprendimento al di là delle classi

Visita nelle scuole di Txalburu e San Millan (Paesi Baschi, Spagna), dove i bambini tra i 2 e i 12 anni giocano, sperimentano, apprendono e convivono nella diversità.

 

“La diversità nella scuola è oltre che una realtà, un valore, un’opportunità ed una sfida per i maestri e maestre, che apre le porte alla creatività, alla speranza di costruire una scuola che valorizzi le differenze come portatrici di cultura se educhiamo per accettare la diversità come qualcosa di normale non sarà più necessario parlare d’inclusione ma di convivenza.”

“Per questo crediamo e riaffermiamo ogni giorno la ricchezza dell’interazione tra i nostri bambini che vanno dai 2 fino ai 12 è autentica, vitale e dimostrabile. Crediamo e difendiamo l’idea che lo stare insieme, senza cadere nei gradi livelli sia buono per apprendere maggiormente e meglio in tutti gli aspetti.”

(Le educatrici)

 

Tematiche specifiche:

  • Il sistema educativo per l’infanzia nei Paesi Baschi
  • Progetti e sistemi di continuità 2/12
  • Superamento dell’organizzazione per classi
  • Spazi e ambienti educativi: educare dentro e fuori
  • Progettare e promuovere formazione, attivare gruppi di discussione

Bozza programma

Programma

martedì 14 maggio 2019
arrivo aeroporto di Santander, trasferimento in minipullman all’albergo o casa rurale a Txalburu

mercoledì 15 maggio 2019
Ore 09.00 visita nella scuola di “San Millan” a Zizurkil
pausa pranzo insieme alla coordinatrice ed educatrici
momento di condivisione e spunti riflessione
visite altri laboratori
rientro all’albergo

giovedì 16 maggio 2019
Ore 9:00 visita della scuola rurale “Txalburu” ad Abaltzisketa
nel pomeriggio un’altra scuola rurale dove lavorano mediante progetti
Trasferimento a Bilbao

venerdì 17 maggio 2019
visita scuola Fondazione Osotu Lanbarri

sabato 18 maggio 2019
Partenza per l’Italia

Ogni partecipante visita servizi diversi (Nido, Scuola dell’infanzia, Scuola 0-12, servizio alternativo) con incontro con gli operatori e i pedagogisti.
Impegno complessivo: 17 ore nei servizi e 8 ore di incontro formativo

 

La quota di viaggio comprende

– soggiorno: in camera doppia con prima colazione (4 notti)
– traduttore spagnolo (euskadi) – italiano per le sessioni in plenaria
– contributi a scuole

 

Escluso dalla quota

– tutto quanto non indicato e in particolare:
– pranzi e cene, a carico dei partecipanti (spesa prevista 120 euro)

I costi saranno disponibili a breve e verranno pubblicati in questa pagina- Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sul programma del viaggio e i costi

Chiusura iscrizioni: 30/03/2019

 

La proposta che Francesco Tonucci nel gennaio 2014 fece alle educatrici delle scuole di Txalburu ad Abaltzisketa e San Millan a Zizurki fu quella di rinunciare alle aule e di sostituirle con l’organizzazione di attività e laboratori, all’interno come all’esterno, fortemente significativi, all’interno dei quali le bambine e i bambini potessero muoversi da uno all’altro secondo le proprie necessità, gusti e o interessi , e dove potessero venire integrate le diverse aree di apprendimento.

Dal ciclo scolastico 2014-2015 la scuola è così organizzata in attività e laboratori, non esistono più ne classi ne materie ma spazi dove viene offerto un intorno , un ambiente , dei materiali ed esperienze reali , significative, interessanti e variegate perché tutti i bambini e bambine possano incontrare una risposta ai propri interessi necessità o gusti.

Ogni laboratorio offre differenti opportunità e i bambini possono focalizzarsi e concentrarsi nei propri compiti, progetti, esperimenti ricerche , letture, creazioni, seguendo ciascuno il proprio ritmo.

Vengono messi a disposizione materiali ed esperienze stimolanti per gli interessi personali del bambino, in accordo alle proprie tappe di sviluppo, e allo stesso modo rispettando anche le attività che sorgono spontanee o che sono gli stessi bambini a proporre.

Un ambiente rispettoso e rilassato di questo tipo permette di sviluppare un modo di pensare interconnesso e di scoprire nuove relazioni tra la realtà interna e quella esterna.

 

“Gli apprendimenti acquisiti mediante l’esperienza diretta e personale e lo sforzo spontaneo non solo si mantengono maggiormente ma inoltre , il procedimento o processo che si è fatto per arrivare a tale scoperta può essere vantaggioso durante tutta la vita… la naturale curiosità viene costantemente alimentata….Mediante la partecipazione attiva e personale nel processo d’apprendimento, il bambino arricchisce e favorisce la capacità di pensare e formare le proprie idee e di costruire realtà”.

(Rebeca Wild)

 

Fondazione Osotu Lanbarri

La Osotu Lanbarri Fundazioa nasce con l’obiettivo di promuovere e diffondere una scuola più attiva e partecipata dove i bambini e le bambine siano il cuore della stessa scuola.

I pilastri che sostengono il progetto educativo sono il paradigma delle Intelligenze Multiple , il Costruttivismo Sociale, la Neuroscienza e l’Intelligenza Emotiva.

La nostra missione è consentire a TUTTI i bambini e bambine l’opportunità di crescere e svilupparsi nella totalità delle dimensioni: cognitiva, fisica, sociale, emotiva ed etica, sviluppando e scoprendo le proprie qualità e forze in un ambiente sicuro e laico.

Lavoriamo creando contesti di apprendimento reali, multi sensoriali e motivanti, dove siano presenti emozioni fondamentali come la curiosità, la sicurezza, la meraviglia e l’allegria, che potenzino l’apprendimento significativo e che permettano trasferire conoscenze acquisite a contesti diversi per risolvere nuovi quesiti in forma creativa.

E’ essenziale che ci sia un’attenzione speciale alle emozioni in maniera trasversale e negli spazi e tempi all’interno della scuola.

E’ primario permettere ai bambini e bambine di vivere la molteplicità delle emozioni e fornire loro gli strumenti necessari che gli consentano di gestirle in modo adeguato.

print

Lascia un commento