Login
Registrati
facebook
Google+

Per una corretta operatività nell’osservazione

Carlina Rinaldi

É molto importante saper distinguere tra i diversi metodi educativi, ma soprattutto importante è l’invito a considerare il metodo osservativo un metodo e non il metodo, e soprattutto a usarlo con una certa conoscenza e consapevolezza delle sue potenzialità e dei suoi limiti.
Credo anch’io che in questi anni si sia un po’ ecceduto: l’osservazione, ovvero “l’osservazione” di tutto e di tutti ha rischiato di diventare più una moda che un atteggiamento e un bagaglio professionale.

Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati
print