Login
Registrati
facebook
Google+

RILA News 2 – novembre 2015

RILA NEWS 01

Percorso di approfondimento e accompagnamento alla sperimentazione della proposta pedagogica Lavoro Aperto

R.I.L.A.® è la Rete Italiana che nasce come l’intento di raccogliere e mettere in relazione tutte le esperienze e le realtà territoriali italiane che desiderano conoscere il pensiero pedagogico ed educativo che sostiene il concetto di Lavoro Aperto… continua a leggere

logo rila news 1

 n. 2, Novembre 2015

 

pallini verdiSiamo pronti per un nuovo appuntamento per parlare e approfondire il tema del Lavoro Aperto.

Dedicato a chiunque voglia saperne di più, a coloro che già ci hanno accompagnato nei due appuntamenti scorsi ma anche a chi vuole raccogliere elementi per capire il valore del Lavoro Aperto inteso come opportunità per promuovere un’idea di cambiamento e di riflessione sulle pratiche educative.
I concetti di autonomia, libertà, benessere, attenzione al singolo e al gruppo sono al centro del dibattito culturale e pedagogico da sempre. I servizi educativi li mettono al centro dei propri progetti , cercando di conseguirli investendo energie e risorse affinchè i bambini possano vivere esperienze di crescita. Il Lavoro Aperto, che mira ad essere più un modo di operare e di intendere il cambiamento e non un approccio o un metodo, può rappresentare un valido percorso per acquisire consapevolezza sulle proprie pratiche e per provare a pensare, e perchè no a ripensare, la quotidianità educativa. Una quotidianità composta da tanti momenti, tante azioni, numerose situazioni in cui davvero è possibile porre l’attenzione sul singolo oltre che sul gruppo, in cui è possibile invitare i bambini a fare da soli e a rendersi sempre più autonomi. In cui l’attenzione è rivolta a proporre esperienze il più possibile vicine alla vita vera, reale e concreta. In questo modo  i bambini divengono in prima persona protagonisti della propria giornata e attori delle proprie esperienze di gioco, di relazione e di apprendimento.

Sullo sfondo l’adulto che rappresenta una delle possibili offerte che il sistema educativo propone al bambino. Considerare gli adulti come soggetti che promuovono e sostengono il fare del bambino è importante ma diviene ancora più interessante ragionare della possibilità da parte dei bambini stessi di rifiutare le offerte che arrivano dagli adulti. E le offerte, come sostiene G. Lill nel libro Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sul Lavoro Aperto, Zeroseiup edizioni, riguardano la flessibilità di tempi e di relazioni, la possibilità di utilizzo di tutto lo spazio – interno ed esterno -, poter disporre della propria libertà di scelta e poter gestire la propria concentrazione in relazione alla qualità delle esperienze di gioco che si stanno conducendo.
Di questo e tanto altro  parleremo  il 21 novembre a Verona nel primo seminario che apre l’attività formativa per l’a.s. 2015/2016 della RILA, la rete italiana Lavoro Aperto, che ha come obiettivo il mettere in rete tutte le realtà che desiderano  sperimentarsi nella dimensione del Lavoro Aperto e che possono trovare in RILA un sostegno, un accompagnamento e un confronto.

Perchè il cambiamento è possibile.

Verona – Progettare il cambiamento tra teorie e pratiche

In questo seminario, rivolto a pedagogisti, coordinatori pedagogici…,  si pongono a confronto alcune tra le maggiori culture pedagogiche italiane nell’idea di andare ad indagare i significatiche palline blualcuni concetti centrali e fondanti il Lavoro Aperto assumono nei differenti pensieri educativi. Dunque diverse culture che animano un dibattito curioso e interessante che si sviluppa attorno ad alcune questioni quali : il concetto di differenziazione degli stili educativi e delle proposte in relazione all’attenzione al singolo; l’idea di benessere dei bambini, quali apprendimenti e quali autonomie.

Il Lavoro Aperto dunque prova ad interrogare il pensiero di Maria Montessori, di Célestin Freinet e Emmy Pikler su concetti  quali libertà, identità, autostima.

Sabato 21 novembre 2015 – dalle 10,00 alle 17,00
Sala incontri – Cooperativa Sociale Cercate – Via Bramante, 15 – Verona

Programma della giornata e maggiori informazioni QUI

print