Login
Registrati
[aps-social id="1"]


Zeroseiup on-line 4/2018

EDITORIALE

Lettera aperta all’INVALSI: a proposito di RAV-infanzia

Cinzia Mion

Cosa chiedere al nostro INVALSI?

Ho sempre difeso il lavoro dell’Invalsi per sviluppare nel nostro Paese una moderna cultura della valutazione di sistema. Anche quando le varie bufere della contestazione demonizzavano le “Prove INVALSI”, anche quando amici miei di associazioni professionali mettevano in dubbio la validità e l’opportunità di rilevazioni degli apprendimenti basate su prove standardizzate. Soprattutto da quando a presiedere questa istituzione è arrivata A.M. Ajello di cui apprezzo l’impostazione culturale e di cui conosco la serietà. I tre presidenti che l’hanno preceduta all’INVALSI erano valenti economisti (e quindi era giustificato il dubbio che tanto fervore sulla misurazione degli apprendimenti avesse l’obiettivo di verificare produttività e costi della scuola). Ora, un presidente che proviene da studi psicopedagogici si pone certamente altre domande, in primis “Quali sono i fattori che spiegano le caratteristiche gli apprendimenti degli allievi? Come possiamo conoscerli e intervenire su di essi”?

 

...continua a leggere

06UP ONLINE N.4, 2018

L’INTERVISTA

Misurare le qualità

intervista a Sandra Benedetti e Antonio Gariboldi a cura di Enrica Fontani

Nell’intervista si interpellano Benedetti e Gariboldi sul concetto di qualità, sulla motivazione della scelta di un approccio partecipato di valutazione della qualità, sugli strumenti e metodologie più rispondenti agli scopi della valutazione. I due esperti effettuano anche un’analisi del cambiamento del welfare e dell’assetto dei servizi educativi e descrivono le caratteristiche del percorso di valutazione sperimentato in Emilia Romagna, prendono, infine, in esame la possibilità di una sua generalizzazione.

Continua a leggere...

ATTUALITA’

È l’anno della ristorazione scolastica

Giovanni Faedi

La ristorazione scolastica è un tema nel quale si intrecciano scelte politiche, economiche, religiose ... ma soprattutto l’educazione alimentare e la salute dei bambini. L’autore traccia un quadro dell’attuale situazione e mette in luce alcuni tra i temi che costituiscono oggetto di riflessione: l’introduzione del cibo biologico e la riduzione degli sprechi.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con .
Log In Registrati
Continua a leggere...

MEDIA DIGITALI

Educare, documentare e comunicare in prospettiva Digital Storytelling

Marina De Rossi, Emilia Restiglian

La narrazione è uno strumento metodologico trasversale ai processi di apprendimento e strumento di mediazione per favorire l’interesse, il coinvolgimento, lo scambio e la produzione di conoscenza. Lo storytelling, in particolare il Digital storytelling, consiste nell’usare media digitali per creare storie arricchite (da immagini, voce, musica...) ed il suo utilizzo nella documentazione educativa costituisce una potenzialità per la comunità professionale.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con .
Log In Registrati
Continua a leggere...

INFANZIA E SACRO NELL’EDUCAZIONE

Il sacro e la preghiera

Raffaele Mantegazza

L’autore sostiene che in ambito educativo sia necessario conoscere le manifestazioni dello spirito, una fra queste è la preghiera. La preghiera, che sia di lode o di dialogo, sfugge alle logiche dell’utilità e dell’economicità, equivale a dire un “ti amo”.

Sollecita, inoltre, la conoscenza, il confronto e il rispetto in chiave interculturale delle preghiere di diverse religioni.

Continua a leggere...

50 ANNI: UN’ESPERIENZA MATURA E QUALCHE ACCIACCO?

A cinquant’anni dalla legge 144

Franca Pinto Minerva

Si prosegue nelle riflessioni del precedente numero della rivista con Pinto Minerva che ripercorre le tappe culturali e legislative dedicate all’infanzia. Dalle rappresentazioni astratte e retoriche dell’infanzia, alla Legge 144/68 che permette allo stato di occuparsi dell’educazione dei più piccoli, agli Orientamenti del ’91 che propongono un’impostazione epistemologica tuttora attuale.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con .
Log In Registrati
Continua a leggere...

PROFESSIONALITA’

“Vivere” al nido: la bellezza dei dettagli nella realizzazione educativa

Silvia Travaglini

I bambini trascorrono gran parte della loro giornata al Nido, il contributo racconta la storia di alcuni singoli bambini nella loro individualità e unicità.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con .
Log In Registrati
Continua a leggere...

Una ipotesi curricolare per la continuità. Osservare e documentare

Roberta Baldini

L’esperienza, realizzata in un contesto con una buona presenza di servizi educativi a differente gestione, si pone l’obiettivo di “fare sistema” e di coinvolgere, in un percorso formativo in continuità i Nidi, le scuole d’infanzia, e le scuole primarie.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con .
Log In Registrati
Continua a leggere...

INTERNAZIONALE DELL’EDUCAZIONE

Professionalità e approccio inclusivo nei servizi all’infanzia: uno sguardo al ruolo delle/gli “assistenti” in Europa

Nima Sharmahd

La ricerca, condotta da Sharmahd, Peters e Budginaitè, indaga sul ruolo assegnato agli assistenti nei servizi educativi europei. Emerge come un approccio inclusivo dei servizi all’infanzia richieda una riflessione sui significati impliciti, rispetto alla cura e all’educazione, che porta con sé il ruolo degli assistenti (in Italia gli operatori/operatrici ausiliari). Si sottolinea inoltre come nel nostro paese vi sia una certa attenzione a quest’aspetto ma altrettanto non si possa dire in quanto all’accessibilità ai servizi da parte di tutte le famiglie presenti nel territorio.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con .
Log In Registrati
Continua a leggere...

 

 

 

ZEROSEIUP online - registrazione Tribunale di Bergamo n. 16 03/06/2015 - ISSN 2499-8915

Direttore responsabile: Ferruccio Cremaschi