Login
Registrati
facebook
Google+

Abano Terme: L’intreccio delle relazioni al nido

 73,20

Lo sviluppo del sé, soprattutto nei bambini molto piccoli, che dipendono ancora totalmente dall’adulto che cura (care giver) passa dal suo corpo, dal percepirlo come intero e, allo stesso tempo, differenziato nelle diversi parti che lo compongono. In relazione allo sviluppo del sé, Winnicott parlava dell’Holding e dell’Handling come capacità materna sia di contenere (fisicamente innanzitutto, emotivamente come conseguenza) sia di “manovrare” con sicurezza e rispetto il corpo del bambino. Affinché ci sia sviluppo integro e autentico del sé (senso di interezza tra psiche e soma), secondo il teorico anglosassone, è necessario che l’adulto che si occupa del bambino sia presente emotivamente e in sintonia con il bambino quando lo abbraccia, lo cambia, lo tocca, lo nutre. Non si tratta, quindi, di una cura meccanica, distratta o automatizzata; quanto di una cura attenta, responsiva, modulata e coerente con i reali bisogni del bambino. La relazione con l’educatrice, quando risponde a questi criteri restituisce al bambino un’immagine positiva di sé e lo colloca in un posto sempre privilegiato nel contesto nido.

Mariagrazia Magri

Anna Cossandi

Esaurito

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Abano Terme: L’intreccio delle relazioni al nido”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Approfondimenti: