Login
Registrati
facebook
Google+

Lo spazio come ambiente di apprendimento

Giuseppina Messetti

Oltre la didattica indiretta

Nei servizi dell’infanzia “lo sviluppo di una didattica attiva e, più in generale, l’attenzione progettuale alla definizione di un curricolo orientato in senso ecologico, teso a valorizzare sul piano formativo il gioco, le attività di esplorazione e scoperta e le pratiche di educazione indiretta, si è legata progressivamente alla riflessione pedagogica sulla fisionomia e la qualità dell’organizzazione ambientale”


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Elementi educativi nel curricolo 1-6 della Slovenia – Elementi normativi e di comparazione con l’Italia

Il processo pedagogico consente al bambino di acquisire e sviluppare le proprie conoscenze, definire le proprie strategie di problem solving, di indagare il mondo, di instaurare rapporti nel mondo e con esso. A fronte di questo diventa di cruciale importanza la definizione da parte dell’educatore del concetto di acquisizione delle conoscenze.

Barbara Baloh ci presenta il modello educativo della Slovenia, che seguendo le indicazioni del Curricolo delle scuole dell’infanzia (1999) incentiva il bambino in età prescolare allo sviluppo delle proprie abilità e capacità cognitive ed operative utilizzando sistemi e metodi vicini e noti al mondo dell’infanzia, in un clima intensamente ludico.