Login
Registrati
facebook
Google+

Lavoro educativo e programmazione: le educatrici di asilo nido

Il lavoro educativo Spesso nel dibattito sulla programmazione educativa si ha la sensazione di procedere per livelli paralleli, ma difficilmente comunicanti: da un lato proposte ben articolate di metodi ed obiettivi di programmazione, dall’altro la quotidianità del lavoro educativo, che spesso scorre invisibile, non descrivibile, nel prodursi di mille azioni,…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Programmazione educativa e lavoro di gruppo

«Quali che siano gli ambiti della nostra vita sociale, la voce è ovunque. Essa è anche il più antico dei mass-media. Prima che esistesse la scrittura, la trasmissione di notizie di bocca in bocca era l’unico. canale di comunicazione all’interno della società. La voce propagava informazioni, creava e distruggeva reputazioni,…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

La programmazione nell’asilo nido?

Programmare al nido? Domanda autentica, autenticamente provocatoria e come tale l’abbiamo vissuta in questi anni all’interno dell’esperienza dei nidi ove lavoro, a Reggio Emilia, producendo nel tempo diverse risposte, ognuna delle quali ambiva a ritenersi esauriente ma anche esaurita; soluzioni che avevano dentro di sé la capacità e la forza…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Asilo nido e programmazione “evolutiva”

La questione della programmazione si presenta oggi come centrale nel dibattito sull’asilo nido. Al proposito esistono – com’è noto – diverse posizioni determinate da diversi presupposti teorici, riferiti, comunque, a diverse teorie psicologiche piuttosto che a precisate filosofie dell’educazione. Tali differenti opinioni, d’altra parte, appaiono a noi esser spesso determinate…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Il curricolo prima del curricolo

Il titolo di questo dossier – che raccoglie gli interventi tenuti in occasione di un convegno promosso dall’Amministrazione Comunale di Empoli – può rappresentare una sintesi efficace di uno dei più importanti e significativi dibattiti che hanno attraversato gli anni ’80 in ambito pedagogico e didattico. Per coglierlo nella sua…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Il ruolo della famiglia nel progetto educativo del nido

Loris Malaguzzi
Ogni riflessione che faccia riferimento all’asilo nido deve scontare difficoltà e limiti oggettivi che si connettono alla natura stessa dell`istituzione: per come è nata, come si è sviluppata, come ha mancato ai suoi obiettivi programmatici, dove si è distribuita e dove no, dove è stata trafugata e adattata ad altre destinazioni, dove sopravvive e cerca, come qui, il suo rafforzamento qualitativo, dove purtroppo ha smesso di funzionare, dove lo stato giuridico degli educatori è rispettato e dove no, dove il raccordo legislativo tra regioni e comuni funziona e dove no. E resta, come sua antica dannazione, quel suo essere classificato come servizio a domanda individuale – un atto blasfemo -che spesso inevitabilmente la conduce a una discriminazione dell’utenza e a una disattesa dello spirito della Legge 1044 del 1971.