Login
Registrati
facebook
Google+

Il calzino rovesciato

Franco Lorenzoni I pensieri infantili sono sottili. A volte sono così affilati da penetrare nei territori più impervi arrivando a cogliere, in un istante, l’essenza di cose e relazioni. Ma sono fragili e volatili, si perdono già nel loro farsi e non tornano mai indietro. Così alla maggior parte delle...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Un binomio inseparabile

Sergio Neri Negli ultimi tempi anche noi abbiamo enfatizzato il ruolo dell’apprendimento rispetto all’insegnamento come se la scuola dovesse ignorare il secondo per privilegiare solo il primo. Tutto ciò deve essere ribadito senza però che un polo del binomio debba negare l’altro. Se è vero che l’apprendimento è al centro...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Leggere e scrivere: fra passato e futuro

Emilia Ferreiro Voglio parlare del passato e del futuro del verbo leggere e anche, ovviamente, del passato e del futuro del verbo scrivere. Apparentemente, i verbi leggere e scrivere hanno un significato molto chiaro. Sono dei verbi di cui tutti sappiamo cosa significano, ma in effetti quando si guarda un...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Istruzioni per diventare madri

Luciana Littizzetto Si diventa madri col tempo. Perché all’inizio non lo sai. Soprattutto per me che i miei figli li ho presi già fatti e quindi non ho avuto neanche il tempo della gestazione. Quello è un tempo di presa di coscienza del tuo cambiamento, proprio anche fisico. Invece per...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Portata educativa del concetto di sviluppo

John Dewey Finora in questo capitolo abbiamo parlato poco di educazione essendoci intrattenuti sulle condizioni e implicazioni della crescita. Se le nostre conclusioni sono fondate è ovvio che portano con sé determinate conseguenze educative. Quando si dice che l’educazione è sviluppo, tutto dipende da come si intende lo sviluppo. La...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

“Non dobbiamo tacere”

Andrea Canevaro Judith Butler (2013, 2004) interroga, e si interroga: “Che cosa rende una vita degna di lutto?” Con questa domanda, non vorremmo dare a chi legge una chiave di lettura intonata alla tristezza. In realtà l’espressione che vorremmo fosse illuminata è vita degna, perché può portare a una prospettiva...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Come raccontare le fiabe

Bruno Bettelheim Perché possa comunicare appieno i suoi messaggi consolatori, i suoi significati simbolici e, soprattutto, i suoi significati interpersonali, una fiaba dovrebbe essere raccontata piuttosto che letta. In questo secondo caso, chi legge dovrebbe essere coinvolto emotivamente sia dalla storia sia dal bambino, provare un senso di empatia per...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

Due etimologie del verbo “educere”

Massimo Recalcati L’educazione come accrescimento, incremento, sviluppo progressivo e illimitato della conoscenza e un mito fasullo del nostro tempo Questo mito corrisponde al modello dell’economia globale che considera l’espansione narcisistica di se stessi come la sola forma della verità. Diversamente, nessun processo educativo può essere assimilato a un programma di...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati