Login
Registrati
facebook
Google+

Lo specchio magico

Nel passaggio dal paradigma dell’intensità e della fatica al paradigma della leggerezza e dell’estensione non si può prescindere dall’interesse e dalla comprensione degli allievi, intercettata con il contatto e il dialogo, mantenuta viva con esperienze e storie che avvicinano, in una comune ricerca di senso.

Ornella Martini


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati
Log In Registrati

In punta di dita

Ornella Martini
L’intensa frequentazione del digitale e del virtuale da parte dei bambini porta un mutamento nel rapporto corpo e mente e, di conseguenza, nei modi dell’apprendere. Un atteggiamento di osservazione e indagine consente all’adulto di comprendere modi e significati del fenomeno e di rielaborare forme educative ad esso coerenti.