Login
Registrati
facebook
Google+

Il IV piano nazionale per l’infanzia

Mirella Castagnoli Commissione Cultura, Fondazione G.Piccini.

Il contributo traccia il punto della situazione riguardo il lungo percorso del quarto Piano Nazionale per l’Infanzia, che intende rispondere ai bisogni e rispettare i diritti delle bambine e dei bambini , dalla qualità dei servizi socio-educativi e per la prima infanzia, del sistema scolastico, fino alle drammatiche emergenze, come quella dei “minori non accompagnati”.

Il IV piano nazionale per l’infanzia

Il contributo Il IV piano nazionale per l’infanzia Mirella Castagnolitraccia il punto della situazione riguardo il lungo percorso del quarto Piano Nazionale per l’Infanzia, che intende rispondere ai bisogni e rispettare i diritti delle bambine e dei bambini , dalla qualità dei servizi socio-educativi e per la prima infanzia, del sistema scolastico, fino alle drammatiche emergenze, come quella dei “minori non accompagnati”.

FIGLI 3 x 2: PRENDI TRE PAGHI DUE

Arturo Ghinelli

 

Se farai due figli prenderai tre volte gli 80 euro, la bellezza di ben 240 euro!

Al primo figlio per la verità ti toccherà solo un due per uno: due volte gli 80 euro, cioè 160 euro.

È la ricchezza dei figli, bellezza!

Il governo ha scoperto che l’Italia ha smesso di fare bambini (alla buonora!) e pertanto con un cambiamento di verso ha deciso di raddoppiare il bonus bebè per i primi tre anni di vita.

Combattere contro le disuguaglianze: la risorsa delle classi passerella

Le modalità di accoglienza e educazione della prima infanzia in Francia compongono un paesaggio ricco e variegato: nidi a frequenza regolare o saltuaria, luoghi di accoglienza genitori-bambini, giardini d’infanzia, scuole materne. I luoghi e i dispositivi per l’accoglienza collettiva dei più piccoli sono molteplici, una situazione attuale in parte dovuta…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con .
Log In Registrati