Login
Registrati
facebook
Google+

Il coordinamento pedagogico oltre lo 0-6

Enea Nottoli

Il ruolo del coordinatore pedagogico nella nuova concezione di scuola

Negli ultimi decenni sono stati tentati molti interventi sul comparto scuola, sono state inserite nuove materie, sono state date priorità e si è cercato di riformare l’aspetto organizzativo, cercando di rendere più snello un apparato che ha mostrato più di una lacuna.


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con .
Log In Registrati

I bambini sono i miei datori di lavoro

Alex Corlazzoli

Quando mi chiedono: “Tu cosa insegni?”, io rispondo sempre: “La vita”.
Le mie materie cambiano di anno in anno perché il precario deve essere sempre pronto a tutto. In cinque anni ho insegnato storia, geografia, informatica, educazione all’immagine, educazione motoria e scienze in quinta, in quarta, in terza e in seconda. Ho fatto l’insegnante di sostegno non specializzato per un bambino di prima elementare affetto da autismo; lo faccio ancora per altri due ragazzini, la cui diagnosi non mi è stata spiegata chiaramente.

Programmazione e intenzionalità educativa nell’asilo nido

Premessa Vorrei iniziare con un’osservazione che è, in certo qual modo, un elemento di valutazione collettiva. Questa: anche qui a Empoli, come in altre occasioni di confronto, di analisi, di discussione pedagogico-didattica, la scuola del non obbligo risponde in maniera massiccia, a vele spiegate. Quando si attivano momenti pubblici di…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati

Aspetti «relazionali» e «cognitivi» della programmazione

Vorrei che da questo convegno tutti uscissero con l’idea che programmazione si deve fare sempre con carattere scientifico sperimentale, flessibile, possibilmente in modo collegiale. Qualunque atteggiamento educativo per essere professionale deve essere progettato: il mio intervento non sarà dunque pro o contro la programmazione, ma su come è lecito fare…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati

Regole, incertezza, governo della complessità

Riflessioni su alcuni aspetti della progettazione educativa nell’asilo nido È un’esperienza ormai consolidata quella che, da diversi anni, viene realizzata nei nidi della Valdelsa fiorentina, sotto la guida di Aldo Fortunati. Si tratta di un lavoro continuo di approfondimento, teorico ed operativo, per l’elaborazione di un articolato progetto educativo nel…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati

L’asilo nido del programma e della programmazione

l. Premessa Assistiamo oggi ad una fase di rinnovata riflessione intorno all’asilo nido. Il nostro contributo vuole offrire alcuni spunti di riflessione per quanto riguarda l’organizzazione delle attività educative all’interno del nido cercando di trovare una risposta soprattutto all’interrogativo del che cosa (cioè di quale cultura il nido deve essere…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati

Lavoro educativo e programmazione: le educatrici di asilo nido

Il lavoro educativo Spesso nel dibattito sulla programmazione educativa si ha la sensazione di procedere per livelli paralleli, ma difficilmente comunicanti: da un lato proposte ben articolate di metodi ed obiettivi di programmazione, dall’altro la quotidianità del lavoro educativo, che spesso scorre invisibile, non descrivibile, nel prodursi di mille azioni,…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati

Programmazione educativa e lavoro di gruppo

«Quali che siano gli ambiti della nostra vita sociale, la voce è ovunque. Essa è anche il più antico dei mass-media. Prima che esistesse la scrittura, la trasmissione di notizie di bocca in bocca era l’unico. canale di comunicazione all’interno della società. La voce propagava informazioni, creava e distruggeva reputazioni,…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati

La programmazione nell’asilo nido?

Programmare al nido? Domanda autentica, autenticamente provocatoria e come tale l’abbiamo vissuta in questi anni all’interno dell’esperienza dei nidi ove lavoro, a Reggio Emilia, producendo nel tempo diverse risposte, ognuna delle quali ambiva a ritenersi esauriente ma anche esaurita; soluzioni che avevano dentro di sé la capacità e la forza…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati

Asilo nido e programmazione “evolutiva”

La questione della programmazione si presenta oggi come centrale nel dibattito sull’asilo nido. Al proposito esistono – com’è noto – diverse posizioni determinate da diversi presupposti teorici, riferiti, comunque, a diverse teorie psicologiche piuttosto che a precisate filosofie dell’educazione. Tali differenti opinioni, d’altra parte, appaiono a noi esser spesso determinate…...


Questo contenuto è riservato agli utenti abbonati o iscritti con Registrazione gratuita.
Log In Registrati